Bici

Oggi niente pattini ma bicicletta sul lungomare…pomeriggio di shopping e circuit training in palestra! 😉
Per cena spiedini di pesce ed insalata di mare.
Segni positivi sulla bilancia: nessuno.
Ci aggiorniamo! Buona serata..

Annunci

Qualche giorno di ferie..

Abito a qualche passo dal mare, chi ha questa fortuna non può lasciarsi scappare una passeggiata sulla riva, in questi giorni di inizio primavera…il cielo è limpido ed il sole caldo. Che meraviglia!


La bilancia segna qualcosa in più del previsto, spero sia dovuto al solito appuntamento mensile e non all’abuso del ciambellone di mamma per colazione! 🙂
Con l’arrivo del caldo preferisco le attività all’aperto, così oltre alla palestra questa settimana ho fatto una lunga pattinata sul lungomare, con un’amica, e spero di ripeterla anche domani, intanto stasera mi aspetta la solita palestra: un’ora di tonificazione con il circuito Tabata e un’ora di divertimento con zumba…poi tutte alla cena pizzakaraoke organizzata dalla palestra! (io odio il karaoke)
😉

settimana di palestra

Nonostante il mal di gola e la tosse che non mi lasciano in pace, questa settimana sono tornata in palestra…allenamento più soft del normale -2 ore.

Ho iniziato lunedì con un’ ora di step coreografico (bella coreografia con parecchi contrattempi)

Martedì circuit training composto da esercizi di tenuta isometrica, squat, flessioni, sacco da fit boxe, corda per saltare, sand bag, palla medica morbida, addominali…

Giovedì ho spezzato con una sola lezione, quella di zumba (a causa dell’orario di lavoro saltando l’allenamento Tabata) e Venerdì di nuovo il circuito! 🙂 nella gallery c’è più o meno !Buon allenamento!

Stretch & Tone

Martedì ho compiuto 100 giorni di dieta ed ho festeggiato per pranzo con una focaccia ripiena di tonno, insalata e pomodoro, perchè in realtà non c’era un granché da festeggiare… il mio peso è sempre stabile come una roccia (e chi lo smuove!) la massa muscolare è in leggero aumento ed anche un pochino la tonicità (ma giusto un pochino…) è il caro prezzo da pagare per un mese di continui alti e bassi alimentari, cene, feste, compleanni, matrimonio e chi più ne ha più ne metta!!! 😀 Nonostante ciò sono riuscita a controllarmi, non sono ingrassata e non sono ricaduta nel baratro del “dolcettomangiosoloquesto tanto, tutta la settimana non ho fatto bene la dieta, per un dolcetto in più!” 🙂

e la palestra continua….

ormai sono terminate le 8 settimane del protocollo Tabata, ed oggi in palestra faremo Stretch & Tone un’oretta di esercizi quasi tutti di tenuta isometrica per aumentare la tonicità e l’elasticità dei muscoli….e visto che siamo in periodo pre-natalizio la nostra “coach” ha ben pensato, giusto per renderci la sofferenza addominale più piacevole, di farci indossare calzettoni antiscivolo natalizi!!! 😀  Ecco qui i miei…un po’ consumati (sono dello scorso natale) ma carini no?

calzini antiscivolo natalizi

 

Ex “Zonista”

Non così tanto ex…immancabile lo spuntino 40 30 30 pre-allenamento!barretta

Seguivo la dieta zona, quella dei blocchi, quella del 40% carboidrati 30% proteine e 30% grassi. 

Una volta capito il meccanismo, non ci si allontana mai definitivamente da questo tipo di alimentazione, forse perché è quella corretta o perché funziona, ti fa dimagrire senza avere fame, mantiene il livello della glicemia sempre stabile e aumenta il senso di sazietà con i cibi integrali, ti insegna a mangiare sempre meno cibi acidi in favore di quelli alcalini, e i grassi “buoni” di mandorle, noci e pesci ricchi dei famosi omega 3 …

Fatto sta che ancora adesso, spesso rispolvero questa vecchia dieta per decidere cosa mangiare e le giuste quantità. Controllo la tabella dei mini blocchi faccio la somma e via…in un’attimo ho composto il pranzo! 🙂 tabella mini blocchi

Pratica in un certo senso, ma impegnativa da seguire alla lettera! Con me ha dato subito grossi risultati il primo mese, poi nei mesi successivi ho avuto diverse settimane di stallo, per poi riprendere il dimagrimento in slow Motion…finché stanca della lentezza ho abbandonato e mollato tutto…e il resto si sa!

frolliniIn commercio ci sono numerosissimi prodotti per la dieta zona, barrette bilanciate da un blocco per gli spuntini, pasti sostitutivi da due e tre blocchi e i miei preferiti: i frollini “dark” alla soya e avena dell’enervit protein! 😛 impazzisco per loro, se potessi li mangerei in continuazione anche a pranzo e cena!!! 😛

Come tratti il tuo borsone?

Lo lanci a terra appena arrivi in palestra o a casa…lo maltratti lasciandolo sporco triste e in solitudine? 🙂

Un giorno vidi un programma su sky…non ricordo credo fosse “malattie imbarazzanti” o qualcosa di simile..

Parlavano dei batteri e funghi che si possono prendere in palestra, avevano fatto una ricerca prelevando dei tamponi dall’interno di diversi borsoni, dagli asciugamani, dalle ciabattine per la doccia e dalle bottigliette d’acqua.

Il risultato dopo le analisi è stato sconvolgente..pieni zeppi di microbi, escrementi e batteri come lo streptococco fecale e altri nomi assurdi che fanno paura solo a pronunciarli! Eppure i borsoni di quelle persone non erano poi così diversi dai nostri.. 😯 Inoltre uno studio più recente di una ricercatrice anglosassone, Claire Powley, ha rilevato batteri anche a rischio meningite sui tamponi raccolti dall’interno di borse e borsette da donna!!! Quanti di voi puliscono regolarmente le proprie borse e borsoni per la palestra?WP_20131114_015

I consigli x mantenerci lontani il più possibile da questi microbi sono:

  • Pulire periodicamente il borsone della palestra e se dopo averlo lavato sentite ancora qualche cattivo odore, forse è ora di cambiarlo con uno nuovo! 🙂
  • Svuotare subito il borsone appena rientrati a casa…non lasciamo marcire il suo contenuto solo perchè siamo troppo stanchi, è tardi o abbiamo troppa fame!
  • Tenere le scarpe da ginnastica in una zona separata e sempre all’interno di un apposito sacchetto.WP_20131115_005
  • Utilizzare dei sacchetti per riporre i vestiti sudati, invece di lanciarli tutti raggomitolati nell’angolo più remoto della borsa, per poi scoprire che sono ancora lì all’allenamento successivo 😯 ( a me succede con i calzini, li perdo sempre!)
  • Portate il cambio degli indumenti puliti, soprattutto biancheria intima sempre in un sacchetto separato.
  • Risciacquare accuratamente la bottiglietta o la borraccia dell’acqua, così da averla pronta per il prossimo utilizzo!
  • e per finire… mai e poi mai asciugarsi il collo e il viso sudato con l’asciugamano che abbiamo poggiato in giro sugli attrezzi, panche e tappetini della palestra!!! ..e qui lo so che tutti starete pensando “o nooo, io lo faccio sempre!“, anche io, ma è sbagliatissimo, sul telo in microfibra, ma anche sul classico asciugamano da palestra si annidano una miriade di batteri che noi allegramente ci spalmiamo in faccia, sugli occhi, bocca e naso!!! Dovremmo averne due uno da stendere sui tappetini e panche e uno magari più piccolino per il viso. 🙂

That’s all folks! 🙂 Buon allenamento!!!

Tabata 2° settimana

Ieri sono stata in palestra per la seconda settimana del protocollo Tabata…

Questa volta è sembrato meno faticoso, principalmente esercizi squat, affondi, piegamenti sulle braccia, tenute isometriche.. anche se c’era sempre quella cosa distruttiva dello “squat con salto in alto e batti le mani”…che sembra più una tortura toglirespiro che un esercizio! Interno coscia e “ciappet” ringraziano!!! 🙂 Stasera di nuovo allenamento con total body condiction!

Questa settimana credo che il peso resterà invariato…anche se ieri sera in palestra ho resistito a castagne, pizzette e vino cotto -si festeggiava ancora S.Martino dopo gli allenamenti, nella sala spinning pedalavano e brindavano contemporaneamente 😯 -per il fine settimana prevedo qualche cena in arrivo…

Tabata 1° settimana

Ieri in palestra ho sperimentato l’allenamento chiamato “Tabata”

Prima, di Tabata, conoscevo solo quel programma di parrucchieri su real time,

Tabata mani di forbice

Tabata mani di forbice

adesso ho scoperto essere un protocollo fitness studiato e messo a punto dal Dott. Izumi Tabata presso l’Istituto Nazionale della Salute e dell’Alimentazione di Tokio in Giappone. È un tipo di allenamento molto efficace, basato su criteri scientifici, in grado di incrementare la resistenza anaerobica e aumentare il metabolismo basale (consumo a riposo) e che spero mi aiuti in un dimagrimento sostanziale e duraturo nel tempo. Prevede 20 secondi di lavoro ad alta intensità intervallati da 10 secondi di recupero, il tutto ripetuto per un totale di 8 rounds. Adotteremo questo protocollo per 6 settimane.

Questo è quello che credo di aver capito, per il resto la maglietta parla chiaro! 🙂

tabata t-shirt

“Tutto quello che posso dirti … è che il mio allenatore continuava ad urlare …
sono solo 20 secondi!!!” ahahahah 😀 che faticaccia!!!

Un saluto alla mia coach Anastasia!!! 😀

P.S. correggimi se ho sbagliato qlc!

ALLENAMENTO: THE WALKING DEAD…

the walking dead

copertina fumetto e serie tv

The walking dead oltre ad essere uno dei miei telefilm preferiti, tratto dal fumetto di Robert Kirkman, oggi rappresenta anche come mi sento, ovvero ho la rigidità muscolare e la scioltezza di uno zombie!

Dopo 8 settimane di allenamento functional/total body, il nostro “coach” ha deciso che per noi era giunto il momento di fare un salto avanti aumentando l’intensità di lavoro…più semplicemente indicato come “distruzione totale“!

La brillante idea è stata: dopo una mezz’ora di riscaldamento piuttosto stancante, facciamo 7 stazioni da 50 secondi ognuna, le alterniamo con 20 secondi di recupero e tutto ripetuto 4 volte! :-/

Credevo scherzasse…fino a quel momento avevamo sempre fatto 3 ripetizioni con circuiti non più lunghi di 5 stazioni..e invece, era serissimo!

Prima stazione: saltare con la corda stile Rocky Balboa x 50sec il più velocemente possibile.

Seconda stazione: kettlebell da 8kg 😮 (invece di quella da 4!!!) movimento bacino.

Terza stazione: saltare “effetto sci” a destra e sinistra dello step in stile slalom gigante!!!

Quarta stazione: già con la lingua penzoloni, flessioni con le mani poggiate sullo step!…secondi interminabili!

Quinta stazione: saltelli su un piede, tra gli spazi di una scaletta stesa a terra, alternando ad ogni giro.

Sesta stazione: guantini da fit box (che infilavo in fretta e furia durante i 20 secondi di recupero) e via a prendersela con il sacco!!!

Settima e ultima stazione: aggrappati al TRX squat gambe semi divaricate e salto in alto!

Alla fine dei 4 giri ho creduto di morire…ma come leggete sono ancora qua, viva ma a pezzi..dolori dappertutto, polpacci rigidi già provati dallo step coreografico della sera prima…per fortuna oggi non lavoro!

Ho preparato la ricettina di novembre con il cavolfiore pubblicata ieri..eccola qui! 😀

Ottimo pranzetto! 😛sformatino di cavolfiore